POSIZIONE DI GUIDA

torna al menu

Sedile

Avere il sedile nella posizione corretta non significa solo essere seduti comodamente, ma avere anche il controllo dell'autovettura. Se siete ad una distanza superiore al necessario dal volante o dai pedali, avrete più difficoltà a manovrarli correttamente e quindi sarà impossibile guidare in sicurezza.

La prima cosa da fare, una volta seduti, è appoggiare i piedi sui pedali:

  • le gambe devono essere leggermente piegate;
  • la spina dorsale deve essere ben appoggiata allo schienale;
  • le braccia devono essere leggermente piegate, con i gomiti all'altezza dell'addome.
  • Se riuscite ad appoggiare i polsi sulla parte superiore del volante, vuol dire che lo schienale è nella posizione corretta.

    Per verificare la corretta posizione delle gambe:

  • spostate il piede destro dal pedale dell'acceleratore a quello del freno e viceversa, ruotando solo la gamba facendo perno sul tallone appoggiato al pianale; lo spostamento deve essere fluido.

    Per verificare la corretta posizione delle braccia e del corpo:

  • spostate la mano destra dalla posizione "ore 15" a posizione "ore 9", facendola scorrere sulla parte alta del volante e mantenendo sempre una buona impugnatura, senza staccare le spalle dallo schienale.

    Ricordate che la corretta posizione delle braccia del corpo e delle gambe oltre ad essere essenziale per guidare meglio e in sicurezza, anche la posizione che assorbe meglio gli impatti in caso di incidente.

  • in caso di tamponamento posteriore, lo schienale in posizione verticale e il poggiatesta, attutiscono bene il corpo del guidatore.

  • in caso di urto frontale, la posizione del corpo con lacintura di sicurezza è più adeguata ele eventuali ripercussioni sugli arti sono ammortizzate dalle giunture delle braccia e delle gambe.
  • Generalmente si tende a posizionarsi troppo lontani dal volante, con le braccia tese e lo schienale del sedile inclinato indietro, inoltre, il volante è quasi sempre inclinato con la parte alta più lontana dal guidatore.
    Quindi con le braccia tese, impugnando il volante con le mani in posizione "ore 9 e 15" non si riuscirà ad arrivare con la mano nella parte alta del volante senza perdere la presa, o senza spostare in avanti il corpo staccandosi dallo schienale. Con gambe e braccia distese, in caso di incidente (sia tamponamento posteriore che urto frontale) tutte le forze dell'impatto convergono sul bacino e sulle spalle.

    torna al menu